non provoco nessuno

13 marzo – In partenza? Quando parti? Perché? È un mistero? Quindi? Quindi non si può sapere? Cosi posso stare attenta anch’io. Mettiamola così. Ma non importa. Non capisco cosa intendi per stare attento. A me sembra che tu mi urti volontariamente. Se venire qui e frequentare i posti che frequento io non ha a che vedere con me non c’è problema. Se hai bisogno di chiarimenti può essere l’occasione giusta. Semplicemente chiedendo di parlare, ma non hai mostrato questa volontà. Ti chiedo quando parti perché sento una situazione sospesa. Ma mi basta non pensarci se non hai intenzione di farmi capire cosa ti passa per la testa. Con la cagata delle provocazioni hai toccato il fondo. Tu non sai un cazzo di me, quello che sta accadendo da quando sei tornato non lo considero un menage di coppia. Trovo fuori luogo i tuoi comportamenti. Non provoco nessuno. Ti ho lasciato guardandoti in faccia, non mi fa paura l’amore, ma le persone che soffrono di vuoti emotivi e immaturità. Lui almeno era divertente tu riesci ad essere solo melenso e noioso. Le persone adulte si parlano e chiariscono. Non hai voluto farlo, per me va bene cosi. Tanti auguri e pace. Vabbe’ OK. Ciao bello. Hai vinto. Sei forte. Se quello che dici è vero pensa che coglione sei stato a scegliere l’unica che ti ha preso per il culo. Ciao. Ma quanto coglione. Almeno ti si è sciolta la lingua. Evita di parlare di sesso in questi termini con me. Io me la sono goduta, ma se prendi questa piega ti devo umiliare. Lascia stare. Certo. Come no! Ti blocco anche su chat. Questa conversazione è disgustosa, come te. Ci siamo detti tutto? Mettiti la medaglietta e gira al largo. Sei grande. Psicopatico Grazie. Allora siamo a posto.

Annunci