e mi hai leccata un attimo prima di prendermi con prepotenza

7 febbraio – Quando sono stressata sono ispirata, ho trovato al mercatino dell’usato questo abitino in pelle, pelle morbida e rifinitissima che mi sta incollato addosso! E questo modellino in ferro e rame bellissimo! Oggi ti ho pensato di nuovo molto intensamente. Mi sveglio che una voglia… Questa volta eravamo in un locale, ballando ci siamo eccitati e mi hai preso la mano per portarmi in bagno, dove mi hai infilato la mano nel collant e mi hai accarezzato come mi piace tanto, con la mano piena e lenta, poi mi hai preso per i fianchi e mi hai girata verso la parete, passando la mano sulla schiena fino al collo mi hai costretta a piegarmi, hai sollevato la gonna, calato lo slip e mi hai leccata un attimo prima di prendermi con prepotenza. Me lo fai, me lo fai, me lo fai? sorry. Buon lavoro Una donna eccitata Che faccia sconvolta! Mi è capitato di dirti “anch’io” non credendoci davvero, in quel momento esatto. In questo momento forse tu non sei abbastanza gratificato, l’ultima conversazione non è stata brillantissima. Ma in questo momento ti penso col cuore sereno, penso a te con amore, c’è la possibilità che ci si comprenda profondamente e si riesca ad amarci sul serio, a restare vicini, a diventare entrambi più forti ma complici, mai l’uno contro l’altro anche nel confronto critico. Ci spero tanto. Ti auguro una splendida serata accompagnata da una leggera amnesia di noi. Io resto a casa. Sono ancora indaffarata ma farò una doccia, vedrò un film. Sono sfatta. Ti ho fatto questa confessione perché ho intenzione di non farlo più. Lo dirò quando io lo sentirò fortemente, ed è successo, ma l’amore che ho in mente io è quello descritto in quel film che hai detestato, lui è sul palco e racconta di una coppia incidentata, entrambi in barella, e di quell’ uomo ferito gravemente che si dispera, perché non riesce a girare la testa e a guardare sua moglie. Ti sei commosso, lo ricordo, è stato uno dei momenti in cui ho cominciato ad amarti. Io ho in mente un amore totale e vorrei tanto fossi tu, perché sei limpido, come un bambino con tutti i suoi dolcissimi difetti. E che si riesca o no, io credo davvero tu sia una meraviglia. E voglio pensarlo sempre. Ah. Dopo la doccia mi sono cosparsa d’olio nella speranza che al tuo arrivo la mia pelle possa essere abbastanza morbida da meritare tutte le tue carezze. Tu come stai? Bene

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...